Superclassifica show della poesia – 2019

Come ogni anno su Poesia del nostro tempo esce la classifica dei libri più venduti di poesia del 2018.

Noi siamo rappresentati da Daniela Gentile con “Nulla sanno le parole”.

Al di là di questo dato, per noi comunque importante, la riflessione in apertura del pezzo è un sacco interessante. In primo luogo perché conferma quali sono le tendenze di vendita (non necessariamente di qualità) della poesia oggi in Italia, con Francesco Sole (youtuber) e Rupi Kaur (instagrammer) ai primi posti con più di 1000 copie vendute a testa su un ampio campione di librerie, e Franco Arminio al terzo con quasi 500 (quindi con uno stacco nettissimo dai primi due). E poi perché conferma come ormai a determinare questa differenza sia l’uso dei social. Leggendolo mi è venuto in mente una riflessione di Pasolini sulla scrittura cinematografica, dove Pasolini (cito a memoria) descrive la sceneggiatura come “linguaggio che vuole diventare altro linguaggio”: mi sembra, cioè, che ci sia una volontà implicita di trasformazione del linguaggio poetico in altro linguaggio con un approccio multimediale, dove però il testo non ha più valore in sé ma diventa soggetto o sceneggiatura per qualcos’altro, in cui l’approccio emotivo rischia di predominare su quello intellettuale. C’è da capire, dunque, se questo nuovo linguaggio sarà ancora poesia come noi la concepiamo, o qualcosa di diverso. Io non sono del tutto pessimista in merito, però ammetto di doverlo ancora studiare e tanto. Altra cosa sono i numeri effettivi delle vendite, per certi versi risibili, se parliamo di editoria di poesia come attività imprenditoriale (ma dove?!). Così la nostra Daniela, da esordiente, e fuori dai grossi circuti di distribuzione libraria, ha venduto quanto la Merini e Michele Mari. Il che non so quanto sia effettivamente un titolo di merito per lei, ma qualcosa è. (Antonio Lillo)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>