Melania Panico su Approssimazioni e Convergenze

Segnaliamo su Laboratori Poesia la recensione di Approssimazioni e convergenze di Sergio Pasquandrea a cura di Melania Panico:

E la poesia è corpo, quando diventa parola, anche il ricordo di qualcosa che è stato diventa atto quando viene scritto. È interessante che a un certo punto la scrittura di Pasquandrea diventi ossessiva, quasi maniacale nel descrivere dettagli: parola e corpo/corpo e parola in uno scambio continuo: “mi serve ogni minimo dettaglio/ della tua cassa toracica”.

[Leggi qui]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>