Wunderkammer a Natale

Wunderkammer a Natale

Uno a raccontarlo non ci crederebbe, ma il manoscritto di Wunderkammer mi venne spedito da Carlo Tosetti esattamente il 25 dicembre del 2015. Quel giorno, come raramente succede, non avevo nulla da fare e lo lessi subito. Quanto potessimo annoiarci tutti e due quel Natale, per spedire e leggere manoscritti di poesia, è tutto dire.

Eppure, a tre anni da quella data, Wunderkammer diventa un audiolibro, letto dallo stesso Carlo Tosetti. Per festeggiare quell’anniversario in cui sono nati la nostra amicizia e quel libro, abbiamo deciso di comune accordo di non metterlo in vendita, non subito almeno. Wunderkammer da oggi sarà disponibile in ascolto gratuito sul nostro sito, così che chi voglia potrà ascoltarlo e riscoprirlo in tutta la sua ironia e bellezza. Vi assicuro che ascoltarlo cambierà di molto la vostra percezione del libro.
Io mi auguro che lo facciate in tanti, così da capire qual è il senso del nostro progetto editoriale e qual è la qualità del lavoro sugli audiolibri che io con Piero Ancona, Antonio Trinchera e tutti gli amici che hanno collaborato con noi nell’ultimo anno, ci siamo impegnati a raggiungere. Nel caso vi piaccia vi pregherei di dircelo e di dircelo forte, di dirlo forte a tutti, che ce n’è bisogno. E se vi annoiate a Natale, non scrivete a me, ma ascoltate Carlo Tosetti che legge il libro che abbiamo fatto per voi.

Alessandro Silva su Limina Mundi

Alessandro Silva su Limina Mundi

Su Limina Mundi – Per l’alto mare aperto altra bella recensione di L’adatto vocabolario di ogni specie di Alessandro Silva.

“La famigerata Ilva di Taranto, uno dei maggiori complessi siderurgici in Europa fondato nel 1960, diventa rappresentazione simbolica della fabbrica, strumento di oppressione dei tempi moderni. Il complesso industriale di lavorazione dell’acciaio divenuta Italsider e poi di nuovo Ilva, da sempre è stata oggetto di processi penali per il suo impatto ambientale e per la scarsa tutela degli operai in relazione agli infortuni sul lavoro e non solo.”

[Leggi qui]

Carlo Tosetti su Laboratori Poesia

Carlo Tosetti su Laboratori Poesia

Dicono per per ciascuno di noi ci sono 7 gemelli nel mondo. Quest’oggi il gemello italiano di Antonio Lillo ovvero Michele Paoletti intervista il nostro caro angelo Carlo Tosetti per Laboratori Poesia.

Col tempo, ho maturato il mio stile. Wunderkammer è – da questo punto di vista – un punto d’arrivo. È infatti la “consacrazione” di una mia personale ricerca sui suoni, sul ritmo e sulla lima. Il linguaggio crudo, al quale ti riferisci, è tuttavia ricavato da un consistente lavoro sui sinonimi, alla ricerca del suono che sorreggesse il ritmo. Anche la tua osservazione sullo stile asciutto è corretta: la forbice, la lima, sono stati i miei strumenti principe, allo scopo di rendere musicale il testo.

[Leggi qui]

Emilia Barbato su Carteggi Letterari

Emilia Barbato su Carteggi Letterari

Il rigo tra i rami del sambuco di Emilia Barbato è un libro che ci dà e continuerà a darci molte soddisfazioni, lo sappiamo. Ieri su Avvenire e oggi su Carteggi Letterari, in un bel pezzo a cura di Donato Di Poce.

“Le vite dei poeti del resto sono fatte di sogni e visioni dell’invisibile, di coscienza del male e di solidarietà, sempre in fuga sulle tracce della bellezza, ma sono fatte anche di esodi, transumanze, dolori, abbandoni, interrogazioni tra buio, silenzio e squarci di chiarezze a cui il dolore apre clamorosamente varchi.”

[Leggi qui]

Pietre Vive e la cattiva maestra al Piccolo festival della Parola

Pietre Vive e la cattiva maestra al Piccolo festival della Parola

Trafiletto su Repubblica

 

Pubblichiamo qui alcune foto dal Piccolo Festival della Parola che ha visto dedicare uno spazio speciale a Pietre Vive insieme a U Jùse per l’anteprima della mostra La cattiva maestra, e uno spazio più piccolo con un dialogo con Giovanni Laera.

La bellissima sala adibita alla mostra nella Biblioteca Mons. Amatulli di Noci
Il poeta Vittorino Curci di fronte alla propria opera
Da sinistra il poeta Vittorino Curci, Giuseppe Basile direttore della biblioteca, Antonio Lillo per Pietre Vive Editore, il sindaco Domenico Nisi e Alessandra Neglia per U Jùse, durante l’inaugurazione della mostra

Antonio Lillo con Giovanni Laera, prossimo autore Pietre Vive

LA CATTIVA MAESTRA. Mostra illustratori e titoli Pietre Vive Editore

LA CATTIVA MAESTRA. Mostra illustratori e titoli Pietre Vive Editore

Dal 14 dicembre al 4 gennaio a Locorotondo

Comunicato Stampa 29-11-2018

Pietre Vive Editore è un piccola realtà editoriale che dal 2013 produce libri – prevalentemente di poesia – e che, grazie al progetto B.Digital vincitore del bando Funder 35, finanziato da 18 fondazioni aderenti ad Acri fra cui Fondazione Con il Sud, dal 2016 produce anche audiolibri. 2 collane (iFossili e iCentolillo) 52 titoli, 5 audiolibri: sono questi i numeri di questa piccola e coraggiosa realtà tutta made in Puglia.

Di questa casa editrice va sottolineata una particolarità: oltre ad essere una delle più vive realtà editoriali nel Sud Italia per quanto riguarda la produzione della poesia, essa punta da sempre sul rapporto tra parola e immagine, affidando le illustrazioni di copertina dei suoi libri a talentuosi illustratori provenienti da tutta Italia (e non solo).

Per questo il collettivo di professionisti de U Jùse, spazio espositivo sorto a Locorotondo nel 2017, vuole omaggiare questa realtà con una collettiva dedicata agli illustratori e ai titoli di Pietre Vive.

Tredici gli artisti in mostra: Ale+Ale (ill. “Wuderkammer” di C. Tosetti), Linda Aquaro (ill. “Dal confino” di A. Lillo), Pierluca Cetera (ill. “Fuori fuoco” di M. Pastore), Vittorino Curci (ill. Libro Soci 2017), Patrik Depin (ill. “Wendy” di A. Correale), Raffaele Fiorella (ill. “Il mondo come un clamoroso errore” di P. Polvani), Chiara Gatto (ill. “Piombo” di F. Santoro), Gianmaria Giannetti (ill. Libro Soci 2016), Claudia Giannuli (ill. “Vengo a prendere un po’ d’aria” di M. Nardelli), Pierpaolo Miccolis (ill. “Ordine e mutilazione” di E. Zuccaccia), Michela Neglia (ill. “Approssimazioni” e “Approssimazioni e Convergenze” di S. Pasquandrea), Alessandra Romagna (ill. “Pareidolia” di E. Ceci) e Nadiya Yamnych (ill. “Il rigo tra i rami del sambuco” di E. Barbato).
L’illustrazione usata per il materiale comunicativo è, invece, un’opera di Raffaele Fiorella per il Libro Soci 2018. Il progetto grafico è di Michela Neglia.

L’operazione è stata resa possibile grazie al generoso sostegno del Comune di Locorotondo – Assessorato alla Cultura, che ha voluto investire su questo progetto di promozione artistica a 360°.

La mostra, dal titolo LA CATTIVA MAESTRA, sarà aperta al pubblico dal 14 dicembre 2018 al 4 gennaio 2019. Al suo interno, ospiterà tre performance: il 14 dicembre, in occasione dell’inaugurazione, accoglieremo i presenti con un reading poetico con Paolo Polvani, Anna Correale, Maria Nardelli e Antonio Lillo; il 21 dicembre, ospiteremo “Inventario dei sogni”, performance di video-art di Ignazio Fabio Mazzola; infine, il 4 gennaio, chiudiamo la mostra con un secondo reading poetico con Elvio Ceci, Elena Zuccaccia e Daniela Gentile. Gli eventi si terranno alle ore 20:00.

Si ringrazia, per l’ospitalità dei poeti, L’arco del Corso – Appartamenti per vacanze.

 

 

Infine, un’anteprima di questa mostra sarà ospitata nella prestigiosa cornice del Piccolo Festival della Parola – 3^ ediz., che si terrà a Noci dal 6 al 9 dicembre 2018. La mostra LA CATTIVA MAESTRA sarà ospitata all’interno di SPAAACE, galleria del sig. Angelo Lattarulo.

Una cornice d’eccezione ci offre lo spazio per l’anteprima della mostra. Si tratta del Piccolo Festival della Parola, organizzato da Fluid in collaborazione con il Comune di Noci. La mostra sarà ospitata presso la sala dell’ex refettorio dei Cappuccini presso la Biblioteca comunale di Noci dal 6 al 9 dicembre.
L’inaugurazione si terrà il 5 dicembre alle ore 19:00.

*****

LA CATTIVA MAESTRA
Mostra illustratori e titoli Pietre Vive Editore

Anteprima Piccolo Festival della Parola
Dal 6 al 9 dicembre
Biblioteca Comunale “Mons. Amatulli” Noci
Via Cappuccini n. 4 – Noci (Ba)
Orari: 10:00-13:00 e 16:00-20:00

Dal 14 dicembre al 4 gennaio
Spazio espositivo U JÙSE
Via Nardelli n. 19 – Locorotondo (BA)
Orari: 18:00-21:00 (chiusura 24 e 31 dicembre)

Eventi:
Opening, 14 dicembre h. 20:00
Reading poetico con Paolo Polvani, Anna Correale, Maria Nardelli, Antonio Lillo

Inventario dei sogni, 21 dicembre h. 20:00
Video di Fabio Mazzola

Closing, 4 gennaio h. 20:00
Reading poetico con Elvio Ceci, Elena Zuccaccia e Daniela Gentile

Ufficio Stampa e Comunicazione
Dott.ssa Alessandra Neglia
www.ujùse.it
info@ujuse.it
ales.neglia@gmail.com
+39 340 668 2402
Emilia Barbato su Il giardino dei poeti

Emilia Barbato su Il giardino dei poeti

Cominciamo la settimana con questa bella nota a cura di Doris Emilia Bragagnini al Rigo fra i rami del sambuco di Emilia Barbato, pubblicata ieri sul blog Il Giardino dei poeti.

“Tutto si svolge all’interno di un cuore che sanguina preventivamente sul distacco e la compassione. Si scandiscono ore presenti e passate col metronomo di un tepore umano onnicomprensivo, non solo un tu/io ma un ordine dove non esiste gerarchia fatta di personale, piuttosto un avvolgente sguardo d’abbraccio al pullulare di voci.”

[Leggi qui]