Elvio Ceci su Ordine e Mutilazione

Elvio Ceci su Ordine e Mutilazione

Recensione assai fisica di Elvio Ceci a Ordine e Mutilazione di Elena Zuccaccia, illustrato da Pierpaolo Miccolis.

Un libro di poesia incisoria. I componimenti, innanzi tutto, sono accompagnati da prelibate illustrazioni, tratte da GRIMORIO di PierPaolo Miccolis. La caratteristica che ho notato in modo predominante è il loro esser “domestico” nelle immagini e nei sentimenti: tutto si svolge in stanze, su divani o letti; il mondo viene visto dalle finestre; i desideri sono invidie dei dirimpettai.

[continua a leggere qui]

Pietre Vive alla rassegna della MicroEditoria di Chiari

Pietre Vive alla rassegna della MicroEditoria di Chiari

Alcune foto dalla Rassegna della MicroEditoria di Chiari di cui Pietre Vive è stata ospite fra 10 e 12 novembre 2017.

Per molti versi è stato un esperimento, Volevamo vedere se eravamo in grado, pur nel nostro piccolo, persino pubblicando libri di poesia, di affrontare una Fiera del Libro, senza necessariamente andare in perdita. Abbiamo perciò scelto la Rassegna della MicroEditoria di Chiari, che unisce due aspetti assai particolari, quello di essere un evento ormai storico (quindici anni!) e quello di prediligere il lavoro di piccoli editori come noi. Il luogo è bellissimo. Il calore e la passione pure. I costi adeguati (del resto, come ci hanno ribadito, sono tutti volontari e perciò meritevoli due volte). Gli ospiti di tutto rispetto (su tutti l’intervento di Sergio Staino ci ha realmente commosso), e noi, oltre a sentirci contenti dal punto di vista economico e professionale, siamo stati bene.

Più di mille altre parole condividiamo alcune foto di quei giorni.

E il link al Servizio sulla MicroEditoria proposto dal TgR Lombardia, con una intervista ad Antonio Lillo (qui, al minuto 6.44).

 

Villa Mazzotti a Chiari, si dice che Kubrick abbia pensato a Shining passando da Chiari
I nostri libri, i nostri progetti
Andrea Garbin, poeta, testimone d’eccezione per Maria Nardelli

Elena Zuccaccia e Carlo Tosetti, #voceallapoesia
Con Sandokan!
C’è chi preferisce Elena Vladareanu

C’è chi invece sceglie Rivelazione

C’è chi sceglie il cuore (di Michela Neglia)
E chi sceglie il colore (di Vittorino Curci)
Con Carlo Tosetti
Telegenia portami via
Roberto Corsi sulla nuova collana digitale di Pietre Vive

Roberto Corsi sulla nuova collana digitale di Pietre Vive

Un bel pezzo di Roberto R. Corsi sulle prime uscite della collana digitale che stiamo creando all’interno di B.digital, progetto realizzato da Pietre Vive Editore con Funder35 e Fondazione CON IL SUD

“Va poi notato che i libri elettronici si presentano, a oggi, privi di DRM, quindi senza restrizioni alla circolazione: fedeli alla similitudine col libro cartaceo, che una volta acquistato si presta o si regala a chi ci pare, e confidenti nel fair use degli utenti (del resto, se vogliamo dirla tutta, la protezione digitale è in molti casi aggirabile, dunque il processo di responsabilizzazione del lettore richiede tecniche e passaggi aggiuntivi).”

[continua a leggere qui]

Baci di minuscoli pesci

Baci di minuscoli pesci

Leggi in anteprima un racconto di Francesco Santoro dalla sua nuova raccolta: La percezione dell’acqua.

Nell’ultima edizione di Luce a Sud Est – Concorso di scrittura sociale abbiamo avuto tre finalisti. Paolo Polvani con Il mondo come un clamoroso errore, Anna Correale con Wendy e Francesco Santoro con La percezione dell’acqua. La giuria ha subito indicato Polvani come vincitore, eppure le altre due proposte avevano attirato la nostra attenzione al punto che alla fine abbiamo deciso di pubblicarle tutte. Così, dopo Paolo è venuta la Correale e dopo alcuni mesi, dopo una lavorazione assai più sofferta (che si è conclusa soltanto stamattina, quando sotto la pioggia battente Francesco Santoro si è presentato alla mia porta dicendo: Adesso Lillo, o mai più!), finalmente abbiamo mandato in stampa La Percezione dell’acqua. Che è un libro di racconti bellissimo, surreale e a tratti crudele (insomma, proprio nello stile di Santoro). Lo abbiamo mandato in stampa oggi e sarà dunque disponibile fra una decina di giorni. Intanto, potete leggervi in anteprima, scaricandolo gratuitamente, un breve racconto tratto dalla raccolta. Giusto per stuzzicarvi la fame. Fame di baci. Baci di minuscoli pesci.

Baci di minuscoli pesci

Antonio Lillo il contastorie

Antonio Lillo il contastorie

È uscito oggi, su Leonardo.it, questo articolo a cura di Carlo Picca su Antonio Lillo e sul suo Bestiario Fiorito.

Ho da poco finito di leggere Bestiario Fiorito, l’ultima raccolta del poeta Antonio Lillo, edita da Pietre Vive nel 2016.  Il suo, dalla prima all’ultima poesia, è tutto uno stile a prima vista colloquiale eppure profondo e denso,  semplice ed accogliente eppure meditato e calibrato,  perché,  la dote di Lillo è quella di camminare sulla fune, come fanno i veri poeti d’urgenza e riflessioni, con il suo stile da gatto sornione equilibrista, ma solo apparentemente, perché dentro ogni suo verso c’è un mondo preparato e complesso, c’è un cavallo di razza, frutto d’incantesimo lirico della sua magica terra, la Valle d’Itria.

[continua a leggere qui]

 

Poeti per il Cambiamento

Poeti per il Cambiamento

Il 7 ottobre fra le 18.30 e le 22.30 a Locorotondo il Liceo Poetico di Benidorm in associazione con Word Poetry Movement e 100 Thousands Poets for Change col patrocinio del Comune di Locorotondo presentano Poeti per il Cambiamento.

L’evento è a cura di Gianpaolo G. Mastropasqua, delegato per l’Italia del Liceo Poetico di Benidorm.

Si alterneranno alla lettura in due diversi momenti – uno pomeridiano, alle 18.30 presso il Controtendenza Caffè in Piazza Mazzini, e uno serale, alle 20.30 presso U Jùse in via Nardelli – i poeti Francesco Cagnetta,  Vittorino Curci,  Vincenzo Mastropirro, Maria Grazia Palazzo, Anita Piscazzi, Giacomo Salvemini, Pasquale Vitagliano, lo stesso Mastropasqua, con la partecipazione del chitarrista e compositore Nicola Albano. Fra gli autori di Pietre Vive ci saranno Antonio Lillo, Paolo Castronuovo, Maria Nardelli.

Interverrà l’Assessore alla Cultura, Ermelinda Prete.

Crowdfunding per Sergio Pasquandrea

Crowdfunding per Sergio Pasquandrea

Ecco in anteprima la copertina del prossimo libro di Sergio Pasquandrea, Approssimazioni e Convergenze, che mette insieme, in un libro nuovo, una precedente raccolta (Approssimazioni) con una nuovissima (Convergenze). Il libro è illustrato da Michela Neglia e dallo stesso Sergio. Poiché ci piace sperimentare ogni forma di avventura, abbiamo deciso di promuovere, coi nostri partner di Edita, una campagna di crowdfunding per finanziarne la stampa. Si tratta, per chi ama la poesia di Sergio, di preordinare una copia firmata del libro a prezzo scontato o, volendo donare qualcosa in più, di ottenere insieme a quella, altri libri di Pietre Vive Editore.

Questo è il link di Edita per partecipare alla campagna.

(Se poi avete già tutti i nostri libri ci possiamo inventare qualcosa, tipo un invito a cena con l’autore).

Il mondo come un clamoroso errore su LaRecherce.it

Il mondo come un clamoroso errore su LaRecherce.it

Oggi su LaRecherche.it recensione di Il mondo come un clamoroso errore di Paolo Polvani a cura di Francesco Sassetto

Non capita frequentemente di leggere un libro di poesie e sentirsi con l’autore in piena sintonia, in una totale vicinanza umana, emotiva ed artistica da cui nasce il desiderio di scrivere su quell’opera, di spiegare perché proprio quelle poesie – fra le molte che un poeta legge o dovrebbe leggere – hanno così tanto colpito, toccato corde profonde del sentimento e della sensibilità, di dirgli “grazie” per i suoi versi, bellissimi e necessari. Perché Il mondo come un clamoroso errore (Pietre Vive Editore, 2017) è un libro importante, e per più ragioni. Un “libretto” elegante e raffinato e insieme umile e dimesso già nelle dimensioni e nell’impostazione grafica, strutturato in 34 componimenti, generalmente brevi, spesso articolati in una o due strofe.

[continua a leggere qui]

 

Ordine e Mutilazione si Laboratori Poesia

Ordine e Mutilazione si Laboratori Poesia

Su Laboratori Poesia, recensione di Ordine e Mutilazione a cura di Alessandro Canzian.

Elena Zuccaccia esordisce nel 2016 per i tipi delle Edizioni Pietre Vive con Ordine e mutilazione, librino apparentemente leggero (o meglio, lieve) che ha un particolare uso della punteggiatura, teso a riprodurre l’immaginario fortemente metamorfico della raccolta, che dà vita a una versificazione vermiforme, spesso singhiozzante, tesa a descrivere il piccolo dramma per stanze chiuse o semichiuse (dalla quarta di copertina). Elena infatti non ri-costruisce un accaduto né lo destruttura, a dispetto di un verso che sfiora non di rado lo spezzettato, il franto.

[continua a leggere qui]