Antonio Lillo il contastorie

Antonio Lillo il contastorie

È uscito oggi, su Leonardo.it, questo articolo a cura di Carlo Picca su Antonio Lillo e sul suo Bestiario Fiorito.

Ho da poco finito di leggere Bestiario Fiorito, l’ultima raccolta del poeta Antonio Lillo, edita da Pietre Vive nel 2016.  Il suo, dalla prima all’ultima poesia, è tutto uno stile a prima vista colloquiale eppure profondo e denso,  semplice ed accogliente eppure meditato e calibrato,  perché,  la dote di Lillo è quella di camminare sulla fune, come fanno i veri poeti d’urgenza e riflessioni, con il suo stile da gatto sornione equilibrista, ma solo apparentemente, perché dentro ogni suo verso c’è un mondo preparato e complesso, c’è un cavallo di razza, frutto d’incantesimo lirico della sua magica terra, la Valle d’Itria.

[continua a leggere qui]

 

Poeti per il Cambiamento

Poeti per il Cambiamento

Il 7 ottobre fra le 18.30 e le 22.30 a Locorotondo il Liceo Poetico di Benidorm in associazione con Word Poetry Movement e 100 Thousands Poets for Change col patrocinio del Comune di Locorotondo presentano Poeti per il Cambiamento.

L’evento è a cura di Gianpaolo G. Mastropasqua, delegato per l’Italia del Liceo Poetico di Benidorm.

Si alterneranno alla lettura in due diversi momenti – uno pomeridiano, alle 18.30 presso il Controtendenza Caffè in Piazza Mazzini, e uno serale, alle 20.30 presso U Jùse in via Nardelli – i poeti Francesco Cagnetta,  Vittorino Curci,  Vincenzo Mastropirro, Maria Grazia Palazzo, Anita Piscazzi, Giacomo Salvemini, Pasquale Vitagliano, lo stesso Mastropasqua, con la partecipazione del chitarrista e compositore Nicola Albano. Fra gli autori di Pietre Vive ci saranno Antonio Lillo, Paolo Castronuovo, Maria Nardelli.

Interverrà l’Assessore alla Cultura, Ermelinda Prete.

Crowdfunding per Sergio Pasquandrea

Crowdfunding per Sergio Pasquandrea

Ecco in anteprima la copertina del prossimo libro di Sergio Pasquandrea, Approssimazioni e Convergenze, che mette insieme, in un libro nuovo, una precedente raccolta (Approssimazioni) con una nuovissima (Convergenze). Il libro è illustrato da Michela Neglia e dallo stesso Sergio. Poiché ci piace sperimentare ogni forma di avventura, abbiamo deciso di promuovere, coi nostri partner di Edita, una campagna di crowdfunding per finanziarne la stampa. Si tratta, per chi ama la poesia di Sergio, di preordinare una copia firmata del libro a prezzo scontato o, volendo donare qualcosa in più, di ottenere insieme a quella, altri libri di Pietre Vive Editore.

Questo è il link di Edita per partecipare alla campagna.

(Se poi avete già tutti i nostri libri ci possiamo inventare qualcosa, tipo un invito a cena con l’autore).

Il mondo come un clamoroso errore su LaRecherce.it

Il mondo come un clamoroso errore su LaRecherce.it

Oggi su LaRecherche.it recensione di Il mondo come un clamoroso errore di Paolo Polvani a cura di Francesco Sassetto

Non capita frequentemente di leggere un libro di poesie e sentirsi con l’autore in piena sintonia, in una totale vicinanza umana, emotiva ed artistica da cui nasce il desiderio di scrivere su quell’opera, di spiegare perché proprio quelle poesie – fra le molte che un poeta legge o dovrebbe leggere – hanno così tanto colpito, toccato corde profonde del sentimento e della sensibilità, di dirgli “grazie” per i suoi versi, bellissimi e necessari. Perché Il mondo come un clamoroso errore (Pietre Vive Editore, 2017) è un libro importante, e per più ragioni. Un “libretto” elegante e raffinato e insieme umile e dimesso già nelle dimensioni e nell’impostazione grafica, strutturato in 34 componimenti, generalmente brevi, spesso articolati in una o due strofe.

[continua a leggere qui]

 

Ordine e Mutilazione si Laboratori Poesia

Ordine e Mutilazione si Laboratori Poesia

Su Laboratori Poesia, recensione di Ordine e Mutilazione a cura di Alessandro Canzian.

Elena Zuccaccia esordisce nel 2016 per i tipi delle Edizioni Pietre Vive con Ordine e mutilazione, librino apparentemente leggero (o meglio, lieve) che ha un particolare uso della punteggiatura, teso a riprodurre l’immaginario fortemente metamorfico della raccolta, che dà vita a una versificazione vermiforme, spesso singhiozzante, tesa a descrivere il piccolo dramma per stanze chiuse o semichiuse (dalla quarta di copertina). Elena infatti non ri-costruisce un accaduto né lo destruttura, a dispetto di un verso che sfiora non di rado lo spezzettato, il franto.

[continua a leggere qui]

Pareidolia su Poetarum Silva

Pareidolia su Poetarum Silva

Oggi su Poetarum Silva recensione di Pareidolia a cura di Carlo Tosetti.

Pareidolia/Vedere ciò che non c’è (Pietre Vive, 2016) di Alessandra Romagna e Elvio Ceci, è un libro atipico, un catalogo d’arte che raccoglie delle opere di Alessandra Romagna, artista terracinese, la quale invera il processo mentale della pareidolia, le cui tele sono accompagnate dalle parole di Elvio Ceci.
I quadri riportati nel libro sono tele ispirate dalle macchie dei muri, dalle pareti scrostate di Terracina. Alessandra “vede ciò che non c’è” e, ispirata dal muro intaccato dall’incuria, ne ricava immagini oggettive.

[continua a leggere qui]

Paolo Polvani su Versante ripido

Paolo Polvani su Versante ripido

Recensione di Il mondo come un clamoroso errore di Paolo Polvani su Versante Ripido, a cura di Patrizia Sardisco.

È uno sguardo preciso e privo di sentimentalismi quello che, in quest’ultima breve raccolta (poco più di trenta testi, tenuti insieme da una coerente tessitura narrativa) Paolo Polvani rivolge alla contemporaneità, traendone versi appuntiti e spesso lunghi, come protesi a intercettare, in una babele di senso, il clamore dichiarato nel titolo, il richiamo confuso del mondo, “Deragliato in un’ansa di sonno”, che “Si è dimenticato di sé”, di una “umanità con gli occhi bassi,/al guinzaglio di piccole miserie”.

[continua a leggere QUI]